Dettagli

grafici-cover

Ritagli di Charta. Grafici Pubblicitari

€3.99

Ritagli di Charta è la nuova collana digitale di Nova Charta che raccoglie, seguendo il criterio della soggettazione tematica tipica della rivista, alcuni tra gli articoli che hanno destato più interesse apparsi nel corso dei suoi vent’anni di pubblicazione. Il quarto numero è dedicato ai Grafici Pubblicitari del XX secolo con articoli di Pia e Antonio Dell’Aquila, Corrado Farina, Paolo Lombardi, Francesco Rapazzini, tratti dai numeri 40, 48, 83, 84, 87, 104, 106 di Charta. Buona lettura

Categorie: , .

Descrizione prodotto

Dalla collana Ritagli di Charta il quarto numero: Grafici Pubblicitari
Novacharta 2014

Non solomanifesti. Cartelloni e cartoline di Adolf Hohenstein
di Pia e Antonio Dell’Aquila

Adolf Hohenstein, russo di nascira ma di famiglia tedesca, si può a ragione ritenere uno dei “maestri” dell’arte del manifesto in Italia. ”Hohenstein è stato il mio maestro” affermava Marcello Dudovich, il più grande tra i cartellonisti italiani, quando, all’apice del suo successo, ricordava i suoi primi passi artistici.

L’uomo del punto e mezzo. Armando Testa
di Corrado Farina

Dei molti rivoli in cui il fiume di CHARTA si suddivide, seguiamo questa volta quello del manifesto pubblicitario per approdare a un’isola chiamata Armando Testa: ovvero colui che possiamo considerare l’ultimo grande cartellonista del nostro secolo, prima che il manifesto venisse invaso e pervaso prima dalla fotografia e poi dalla computer-grafica.

La nuova propaganda. Mario Borgoni e l’Italia nascente
di Paolo Lombardi

Mario Borgoni nasce nel 1869, quattordici mesi prima della breccia di Porta Pia, e muore nel 1936, anno della firma del Trattato dell’Asse Roma Berlino. Il riferimento alla storia dell’Italia risorgimentale e monarchica è giustificato dal ruolo di illustratore ispirato alle vicende patriottiche e al primo sviluppo economico del Paese, giocato dall’artista con continuità e consapevolezza politica.

Geometria di un’affiche. Sedici anni con Cassandre
di Francesco Rapazzini

Si firmava Cassandre: non era la figlia di Priamo che prediceva sventure. Neppure un’attrice ispirata dalla tragedia classica. Era un grafico, cartellonista, litografo, inventore di caratteri tipografici, pittore e scenografo teatrale che in realtà si chiamava Adolphe Jean-Marie Mouron.

Il Bacio di Seneca. Tavole di un “filosofo” della pubblicità
di Paolo Lombardi

Seneca nasce nella balneare e turistica Fano (nella Marca Alta di Pesaro) il 9 agosto 1891. Sulla sua vicenda biografica finora si avevano pochi elementi; l’incontro con il figlio Bernardino ha finalmente consentito di ricostruirne con precisione gli avvenimenti principali.

Un’idea, un’immagine. Raymond Savignac, l’ultimo dei grandi
di Paolo Lombardi

Raymond Savignac vive e lavora talmente a lungo da risultare nostro contemporaneo in termini espressivi e di tale vivacità narrativa da aver successo pur sviluppando una grafica semplice e rifiutando pervicacemente il ricorso alla fotografia.

SEPO per forza. Le pubblicità di Severo Pozzati
di Paolo Lombardi

“Ho sempre detestato la pubblicità, alla quale sono approdato forse per una disgrazia” dichiarava Severo Pozzati (in arte SEPO) nel 1964 ormai settantenne (era nato a Comacchio nel 1895) “per colpa della gretta e inumana mentalità dei mercanti d’arte”. Lascia esterrefatti questa affermazione in bocca a uno dei più importanti e quotati cartellonisti della prima metà del Novecento, apprezzato sia in patria sia in Francia, dove lavorò quasi quarant’anni.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Ritagli di Charta. Grafici Pubblicitari”