Dettagli

Copertina

Charta 145 pdf

€4.99

Da questo numero Charta è anche in formato digitale. Acquistalo direttamente e scaricalo con un solo click!

Più rapido da ricevere direttamente a casa senza spese di spedizioni a metà del prezzo di copertina

COD: Charta 145 pdf. Categoria: .

Descrizione prodotto

Il formato scaricabile è esattamente la stessa versione del cartaceo:

Stampe su seta sacre e profane del Settecento e dell’Ottocento di Elisabetta Gulli Grigioni

Talvolta, osservando una pubblicazione o un catalogo di vendita antiquaria illustrato che comprenda piccole stampe settecentesche e ottocentesche ci si accorge solo nel leggerne la descrizione che l’incisione, quasi sempre xilografica, è realizzata su seta anziché su carta.

Libri musicali illustrati per l’infanzia di Corrado Farina

A noi, in questa sede, interessano però soprattutto gli abbecedari e i libri di filastrocche, le cosiddette “nursery rhymes”: album e libri che attingono alla tradizione popolare, mettendone in rima situazioni e personaggi archetipici, a cominciare da Mother Goose (la nostra Mamma Oca) in funzione di “conduttrice”.

Rarità dannunziane di Marcello Soffici

Nel 1879 in occasione del compleanno del re Umberto I, D’Annunzio scriveva un’ode di tredici strofe, che il padre faceva stampare a Prato dalla Tipografia Giachetti, insieme a sei ottave del suo amico e compagno Vittorio Garbaglia. La composizione sarebbe stata sollecitata, secondo alcuni biografi, dal rettore del Reale Collegio Cicognini di Prato, Flaminio Del Seppia, il quale si riprometteva di dedicarla a S.M. Umberto I, del quale era attesa una visita.

Le biblioteche popolari e circolanti in Italia di Mauro Chiabrando

A differenza delle grandi biblioteche (nazionali, universitarie, di istituti di cultura), frequentate da un pubblico colto per eminenti motivi di studio, e il cui scopo istituzionale consiste soprattutto nella conservazione del patrimonio librario, la finalità delle piccole biblioteche è invece sempre stata la diffusione popolare della lettura (amena, ricreativa, tecnica e/o istruttiva) e possibilmente l’innalzamento del livello culturale generale della società.

La Pasticca del Re Sole sul “Resto del Carlino” di Loris Rambelli

Pitigrilli, nel numero uno del quindicinale “Le Grandi Firme” (1° luglio 1924, p. 41), presentava ai lettori un “reclamista”, che di lì a qualche anno avrebbe sviluppato la sua teoria sulla “scienza pubblicitaria” nel libro Ven- dere vendere vendere (Milano, Mondadori, 1928). La sua teoria era fondata sul principio che “è inutile fabbricare dei prodotti, sia pure eccellenti, se non si sanno vendere”.

 L’arte libera di Carol Rama di Francesco Rapazzini

La critica ufficiale, quella che non capisce il genio in una donna, l’ha etichettata “indecente”, l’ha classificata “dilettante”, l’ha tacciata come “approssimativa”. Lei caparbia ha continuato a disegnare, a dipingere, a disegnare, a dipingere. Senza pause.

Adventures of a Bookseller di Giuseppe Martino Orioli di Massimo Gatta

Nel 1998, quando ancora lo pseudonimo Hans Tuzzi non si era appropriato dei suoi raffinati scritti di bibliofilia e bibliografia, Adriano Bon firmava un documentato articolo dedicato alla “Lungarno Series” (CHARTA n. 35), la raffinata Collana con la quale Giuseppe (Pino) Martino Orioli (1884- 1942) era riuscito a creare, con soli 12 titoli (dal novembre del 1929 al febbraio del ’37), una delle più paradigmatiche e intriganti esperienze editoriali, privately printed for subscribers only, nell’ambi- to della cosiddetta letteratura anglo-fiorentina.

Il bestiario fantastico di Antonio Rubino di Michele Rapisarda

È sorprendente il numero e la varietà di insetti, mammiferi, rettili, uccelli, pesci, crostacei e molluschi, bestie feroci e animali domestici che compaiono nelle illustrazioni e negli scritti di Rubino. Entravano con contorsioni, arrotolamenti, stirature, nel sistema di combinazioni utilizzate dall’artista ligure per i suoi racconti, tra le pagine dei libri e nelle tavole a quadretti…

Viaggio incantato tra i libri didattici di Otto e Novecento di Pompeo Vagliani

Memore del celebre precetto oraziano del miscere utile dulci, la didattica giocosa dell’Ottocento e del primo Novecento prosegue in modo creativo gli obiettivi dell’ “ammaestrare dilettando”, innovandone metodi e strumenti. L’evoluzione pedagogico-estetica di questo approccio didattico si coglie nello sforzo di molti autori e illustratori di rendere gradevole e divertente per i bambini lo studio delle materie scolastiche più disparate.

I cinquantamila volumi della biblioteca di Umberto Eco di Frans A. Janssen

Tra il 1992 ed il 2012 ebbi il piacere di visitare cinque volte la biblioteca di Eco a Milano. In altri luoghi si trovano parti della sua biblioteca di 50mila volumi, ma la sua casa di Milano contiene la maggior parte delle opere di consultazione e tutti i testi scritti o stampati prima del 1800. Nelle interviste egli si riferisce alla sua collezione come “Bibliotheca Semiologica Curiosa Lunatica Magica et Pneumatica”…

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Charta 145 pdf”